• Sito Ufficiale settore Calcio
    logo CSI Cassino

Sito Ufficiale di Amatori Calcio Cassino - Calcio 11 - Utenti Online: 1 - Visite nella giornata: 44


Normativa DAE

Disposizioni Tecnico-Regolamentari

sulla dotazione e l'impiego da parte di società sportive CSI di defibrillatori semiautomatici esterni

Attività territoriale a squadre

  1. 1 A far data dal 1 luglio 2017, per qualsiasi attività sportiva a squadre, organizzata dal Comitato CSI (oppure da una società sportiva ad esso affiliata), è fatto obbligo alle società sportive ospitanti, o prima nominate in calendario di accertarsi che nel luogo delle gare vi siano:

    • un Defibrillatore Semiautomatico Esterno o a tecnologia più avanzata (da qui: DAE);

    • il personale formato all’utilizzazione del predetto dispositivo.

  2. Le società sportive prima dell’inizio di ciascuna gara e per il tramite dei propri dirigenti o, in mancanza, del capitano, hanno l’obbligo di appurare la presenza del DAE all’interno dell’impianto sportivo, la regolare manutenzione e il funzionamento

    dello stesso.
    La società ospitante dovrà altresì verificare la presenza di un operatore debitamente formato all’utilizzazione del dispositivo durante la gara, riportando le sue generalità nell’apposito spazio previsto nell’elenco atleti da presentare all’arbitro della gara.

  3. In assenza o indisponibilità del DAE o in mancanza del personale formato all’utilizzo dello stesso, l’arbitro non darà inizio alla gara, riportando l’accaduto nel referto. Successivamente, gli organi giudicanti preposti, nei confronti della Società sportiva inadempiente, commineranno:

    • la perdita della gara col punteggio previsto dal regolamento tecnico della relativa disciplina sportiva;

    • un’ammenda, secondo le tabelle annualmente emanate dalla Direzione Tecnica Nazionale.

      Eventuali indisponibilità del DAE o del personale formato all’utilizzazione dello stesso occorse a gara iniziata saranno comunque ascrivibili alla Società sportiva ospitante o prima nominata in calendario e comporteranno le già previste sanzioni disciplinari.

      L’arbitro prenderà nota di episodi o circostanze riguardanti l’utilizzo del DAE negli

      impianti di gioco facendone dettagliata menzione nel referto.

  4. Fermo restando quanto stabilito dai precedenti commi, per le attività sportive che si

    svolgono con “fasi a concentramento” o in occasione della disputa di singole gare (finali o comunque gare giocate in campo neutro), il Comitato CSI, qualora lo ritenga necessario o opportuno, può disporre ufficialmente che l’onere della responsabilità ricada su se stesso in ordine alla dotazione, all’uso e alla gestione del DAE.

  5. Per le attività sportive che si svolgono in fasi/tappe/momenti/... regionali, interregionali, nazionali l’obbligo di assicurare nel luogo della gara la presenza di un DAE e il personale formato all’utilizzazione del dispositivo durante le gare ricade sul Comitato organizzatore oppure, a seconda della titolarità dell’evento, sulla società sportiva organizzatrice.

E’ possibile quantificare un’ammenda riguardo alle infrazioni dipendenti dalla mancanza di Dae e/o di personale formato?

L’ammenda nei confronti della società sportiva può oscillare orientativamente da 30 euro (prima sanzione). I Comitati CSI possono comminare ammende anche di importi differenti, sempre nel rispetto dei limiti imposti dalla Direzione Tecnica Nazionale.

La presenza presso l’impianto di gioco di un’autoambulanza attrezzata con DAE e addetto al defibrillatore, obbliga ugualmente la società di casa a presentare il proprio DAE e a segnare in distinta l’addetto al DAE?

In questo caso è sufficiente la presenza di un’autoambulanza attrezzata con DAE e dell’addetto al defibrillatore. Detta presenza va dichiarata – nello spazio previsto in distinta – dalla società ospitante o prima nominata (o dal Comitato CSI organizzatore).

Il tesseramento al CSI con una Società vincola l'addetto all'utilizzo del defibrillatore a prestare il servizio solo con la Società in cui è tesserato o può svolgere il compito anche per altre Società?

L’addetto al Dae tesserato con una Società può prestare il suo servizio anche per l’altra Società sportiva.

Un giocatore o un allenatore possono essere inseriti in distinta come addetti all'utilizzo del defibrillatore?

Si

Se il dirigente inserito in distinta come addetto al defibrillatore, durante la gara, viene espulso dal terreno di gioco, come ci si deve comportare?

Se l’allenatore/dirigente espulso è anche addetto al defibrillatore, può rimanere in campo per continuare il suo servizio di solo addetto al DAE. Nel caso in cui il suo comportamento non risultasse idoneo per lo svolgimento della gara, l’arbitro può allontanarlo definitivamente dal terreno di gioco chiedendo alla squadra prima nominata di adempiere al previsto obbligo in materia di DAE.

Un giocatore che sta scontando un periodo di squalifica o un dirigente inibito possono essere inseriti in distinta come addetto al DAE?

Sì.

La Società sportiva che ha segnalato il nominativo dell’addetto al DAE nella distinta di gara è ritenuta responsabile del comportamento dello stesso addetto al DAE?

Sì.

L’arbitro della gara può allontanare l’addetto al DAE per avvenute infrazioni o per comportamento scorretto o antisportivo o irregolare?

Sì. Sospenderà l’incontro chiedendo che venga ripristinata l’iniziale situazione di sicurezza alla Società ospitante o prima nominata.

Quali sono i provvedimenti disciplinari che il Giudice applicherà in mancanza di DAE e/o di personale formato?

Gli organi giudicanti preposti, nei confronti della Società sportiva inadempiente (ovvero quella di casa o prima nominata in calendario), commineranno:

- la perdita della gara col punteggio previsto dal regolamento tecnico della relativa disciplina sportiva;

- un’ammenda, secondo le tabelle annualmente emanate dalla Direzione Tecnica Nazionale.

Se una società sportiva, avendo preso accordi con un gestore, si dichiara inconsapevole per l’assenza o il mal funzionamenti del DAE, su chi ricade la responsabilità?

La responsabilità del DAE e del personale per l’uso dello stesso ricade sempre sulla società di casa o prima nominata in calendario.

L’arbitro è tenuto a verificare che nell’elenco gara della Società sportiva di chi gioca in casa o prima nominata vi sia il nominativo dell’addetto al defibrillatore?

Sì. Deve verificare solo che sia stato scritto il nominativo dell’operatore addetto al DAE nell’apposito spazio previsto nelle liste gare senza, per altro, effettuare operazioni di riconoscimento.

Può l’arbitro esprimere giudizi sulla tipologia (tecnologia o funzionalità) del DAE presente presso la struttura di gioco?

No.

L’arbitro ha il compito di verificare la funzionalità del DAE?

No. Deve astenersi dal dare giudizi. Solo se gli viene richiesto, il direttore di gara si limita alla verifica della presenza del DAE senza verificarne l’effettivo funzionamento che compete alle Società sportive partecipanti.

In caso di “indisponibilità” del DAE a gara iniziata cosa deve fare l’arbitro?

Qualora questa circostanza fosse posta all’attenzione dell’arbitro, lo stesso, dopo aver interrotto la gara e averne verificata la veridicità, sospenderà l’incontro chiedendo che venga ripristinata l’iniziale situazione di sicurezza. Se ciò fosse impossibile, sospenderà definitivamente l’incontro riportando l’accaduto nel referto. La sospensione definitiva dell’incontro deve essere imputata alla squadra prima nominata in calendario o che gioca in casa alla quale saranno comminate le previste sanzioni disciplinari.

L’arbitro deve verificare la presenza dell’addetto al DAE?

No. Verifica soltanto che sia presente il nominativo dell’addetto al DAE all’interno della distinta degli atleti.

Se nella distinta di gara non è presente lo spazio per scrivere il nominativo dell’addetto al DAE cosa fa il direttore di gara?

L’arbitro inviterà, prima dell’inizio della gara, i dirigenti della Società che giochi in casa o prima nominata a inserirlo in una distinta in cui lo spazio sia previsto

Se la squadra ospitata, dopo la conclusione della gara, fa presente all’arbitro l’assenza del DAE o quella del personale formato all’uso dello stesso.

L’arbitro riporta l’accaduto nel referto. In questo caso gli organi giudicanti commineranno alla squadra di casa o prima nominata solo la sanzione dell’ammenda e non anche quella della perdita della gara.

L’addetto al DAE può essere un non tesserato al CSI?

Certo. In ogni caso il suo nominativo va riportato nelle distinte di gioco nello spazio dell’autocertificazione.

Per la corrente stagione sportiva, le “Disposizioni tecnico-regolamentari sulla dotazione e l’impiego da parte di società sportive CSI di defibrillatori semiautomatici esterni” e la “Normativa DAE - FAQ e disposizioni tecniche CSI” sopra riportate non sono soggette a impugnazione davanti agli Organi di giustizia sportiva.

Allegato

logo CSI Cassino

Sito Ufficiale settore Calcio CSI Cassino

Classifica Marcatori - Primi 8
Goal Giocatore Squadra
28 LILLA GIORGIO MB Sora
22 MADDALENA MATTIA Atletico Benito
18 ROCCATANI ATTILIO Canceglie 08 Sora
18 DEL GIUDICE GIANMARCO ASD Real Nuova Piedimonte
17 PICCIONE GIANLUIGI Amatori Lenola 2023
17 USTERMAN CEM YETKIN F.C. Piumarola
16 DI NARDI DAVIDE ASD Real Nuova Piedimonte
16 PICCIONE GAETANO Amatori Lenola 2023
Classifica Disciplina - Prime 8
Pt Squadra
21 AM Simonelli
26 F.C. Vallemaio 2022
29 A.C. Terelle
37 Sordella Calcio
37 AM. Calcio Colfelice
51 AM Castelnuovo
54 Amatori Belmonte Castello
55 F.C. Piumarola